Il Progetto Sharing Experiences Ackwoledging Learnings (SEAL) Comenius Regio

L’agenzia Comenius Regio Partnerships è un settore della comunità europea che finanzia progetti di cooperazione territoriale nell’ambito dell’educazione scolastica, promuovendo lo scambio di esperienze e buone pratiche tra regioni e comuni in Europa. L’obiettivo è quello di aiutare le autorità locali e regionali, con responsabilità in ambito dell’educazione scolastica, a migliorare le opportunità educative per i bambini di età prescolare.

Nel novembre 2013 si è avviato ufficialmente il progetto europeo Sharing Experiences Ackwoledging Learnings tra Italia e Svezia, che vede il diretto coinvolgimento della provincia di Parma e del comune di Norrköping; nello specifico, i soggetti che partecipano a questo progetto sono:

per l’Italia : Provincia di Parma (coordinatore), SERN, Comune di Parma (2 nidi e 2 scuole infanzia), FISM (scuole infanzia ‘Madonna di Fatima’- Mamiano e ‘Casa arancione’- Salsomaggiore T.), IC Collecchio (scuola infanzia ‘M. Montessori)
per la Svezia: Assessorato Politiche educative del Comune di Norrköping e 6 scuole dell’infanzia (che in realtà sono servizi educativi per bambini 1-6 anni).

Il progetto nasce dall’esigenza di sviluppare un confronto transnazionale tra realtà educative Italiane e Svedesi sui temi della qualità nei servizi per l’infanzia, che complementi e dia valore aggiunto alle politiche e servizi educativi per la prima infanzia sviluppati a livello locale.

A livello di Comunità Europea (COMM 06/2011) la qualità assume quindi il ruolo centrale di filo conduttore, di concetto-chiave sul quale costruire l’ambito di confronto tra i due paesi, con l’obiettivo di individuare criteri, azioni, strumenti o procedure che rappresentino una base condivisa e comune nell’approccio alla qualità, come elemento fondamentale delle future politiche nell’ ambito dell’ educazione prescolastica.

Il progetto si basa su due principali azioni:

  • Azione 1: documentazione delle buone pratiche che testimoniano esperienze rilevanti sul tema della qualità realizzate nei territori partner:

1 ) Contesti (spazi, tempi e relazioni) e strategie educative

2) Organizzazione dei servizi

3 ) Documentazione

4) Coinvolgimento delle famiglie

5 ) Strategie di valutazione della qualità

  • Azione 2: percorso di sperimentazione, e successive verifiche, sulla base di esperienze e pratiche che le scuole coinvolte sperimentano come sollecitazioni mutuate dai soggetti partner

Il progetto ha previsto, oltre che il lavoro nei rispettivi territori, dei momenti di condivisione e confronto:

  • 2 Seminari transnazionali per l’individuazione delle buone pratiche, di cui il primo si è tenuto in Italia (17-20 Marzo 2014) e il secondo in Svezia (19-23 Maggio 2014);
  • Un seminario di disseminazione che ogni partner ha realizzato nel proprio contesto (in Italia si è tenuto il 30 ottobre 2014)
  • attività di sperimentazione a livello locale i Italia e in Svezia (Maggio 2014- Marzo 2015)
  • 2 Seminari transnazionali di restituzione e analisi dei risultati: gennaio 2015 in Italia, maggio 2015 in Svezia.

La conclusione del progetto è prevista per luglio 2015.

Questa voce è stata pubblicata in Progetti e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.