Elisabetta Musi, referente del coordinamento pedagogico Fism, dedica una profonda riflessione relativa alla pedagogia dell’invisibile. Ultimo appuntamento pubblicato sul sito “Aver cura di chi si prende cura”

In questo articolo, Elisabetta Musi, analizza come il nostro stato emotivo influenzi le vite di ciascuno di noi, di come siano affrontate decisioni in merito ai “moti del cuore”.

Pedagogia dell’invisibile.Aver cura della vita emotiva risulta una riflessione che contempla insieme anima e corpo in un tutt’uno e non come due entità separate una riflessione da leggere con l’attenzione  del cuore.

L’articolo è scaricabile dal sito https://sites.google.com/fismparma.net/avere-cura , dove troverete anche  tutti gli articoli precedentemente pubblicati.

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.